Biancaneve, la vera storia al Festival di Padova

Pura bellezza. Da contemplare. Lo spettacolo “Biancaneve, la vera storia“, scritto e diretto da Michelangelo Campanale, interpretato da Catia Caramia, Maria Pascale e Luigi Tagliente, è nella decina finalista della XXXVI edizione del “Festival nazionale del teatro per i ragazzi” di Padova, il più antico festival italiano di settore, organizzato dal Centro studi “Giovanni Calendoli” onlus, in collaborazione con l’assessorato alla cultura del comune patavino. Dal 30 settembre al 3 dicembre, al Piccolo Teatro “Don Bosco” sono in programmazione i dieci spettacoli selezionati dalla giuria del concorso (oltre cento i partecipanti). In particolare, la produzione del Crest sarà sul palco di via Asolo sabato 4 (ore 16) e domenica 5 novembre (ore 10.30 e ore 16). Info: 393.9812287 – 335.277788 – web www.teatroragazzi.com

Nato nel 1981 da un’idea del suo fondatore, Luciano Castellani (autore e regista teatrale), che, assieme a Giovanni Calendoli (storico del Teatro italiano e fondatore della prima cattedra della Storia del Teatro delle università italiane), ha sentito l’esigenza di studiare, sperimentare e creare alternative per i giovani, offrendo proposte che stimolassero le giovanissime menti alla creatività, l’autonomia e il senso critico. Successivamente, l’Istituto, attraverso il suo Centro studi, ha voluto guardare il mondo del disagio, spesso utilizzando il teatro come mezzo di confronto, di condivisione e di crescita. Direttori artistici del Festival sono stati personalità della cultura e dell’arte come Giovanni Calendoli, Ottavia Piccolo, Emanuele Luzzati, Nuccio Messina e Paolo Poli. Il Festival promuove diversi premi: premio Padova – Amici di Emanuele Luzzati, assegnato dalla giuria tecnica allo spettacolo vincitore del Festival; premio Rosa d’Oro, in ricordo di Rosetta Calendoli, assegnato allo spettacolo più votato dai giovani spettatori; premio Tesserine d’Oro, riservato ai ragazzi che fanno disegni relativi agli spettacoli; premio Piccoli Spettatori, destinato a nuovi testi teatrali per l’infanzia.

photo © Tea Primiterra