Regina in catene… con animo virile

Chi siamo > Archivio > Teatrografia

narrazione teatrale di e con Giovanni Guarino e con Li Cavalieri delli Terre Tarantine, liberamente ispirata al romanzo “La regina in catene” di Giuseppe Russo, musiche Leopoldo Calò, luci Walter Mirabile

La storia prende le mosse dalla curiosità, quasi un’infatuazione, di un archivista che strappa le vicende di Maria d’Enghien all’oblio cui sembra condannarle il rogo, ordinato da un comando tedesco il 30 settembre 1943, dell’archivio della cancelleria angioina, ubicato nella Villa Montesano, nelle campagne di San Paolo Belsito (Nola), e contenente gli atti dei sovrani angioini di Napoli dal 1265 al 1435. Rivisitata alla luce degli studi recenti condotti attorno al personaggio di Maria d’Enghien comparsi nel saggio “Con animo virile” di Raffaella Monteleone, la narrazione rende più controversa la figura della principessa di Taranto, non più o non solo vittima delle trame di palazzo, ma essa stessa indomita tessitrice.