Facebook, problemi à gogo

Post lockdown e dintorni. Da oltre tre mesi (dal 23 maggio, per l’esattezza) stiamo convivendo con un malfunzionamento di Facebook, probabilmente temporaneo, di sicuro reiterato. In pratica, dal web non ci viene consentito l’accesso a nessuna sezione delle due pagine ufficiali del Crest. In breve sintesi, di punto in bianco, il social network smette di funzionare. Per giorni e giorni. Un problema che, per meglio comprendere, in queste ultime settimane agostane, ci sta impedendo di promuovere al meglio alcune attività di imminente programmazione, come il secondo centro estivo del progetto “Le case speciali dei ragazzi e delle ragazze“ (dal 2 al 18 settembre al TaTÀ) e lo spettacolo teatrale “La straordinaria vita del generale Dumas” per la rassegna “Rotte letterarie. Autori ed eroi nello Ionio” (12 e 13 settembre al MuDi di Taranto).
Da subito, e a più riprese, abbiamo segnalato l’errore della funzione al centro assistenza di Facebook. Pare che l’inconveniente sia da addebitare a lavori in corso di esecuzione sulla nuova versione desktop della piattaforma, il cui rilascio non è stato agevolato dalla pandemia. In attesa che il servizio torni disponibile in via definitiva, stiamo facendo fronte a questo imprevisto attraverso un’applicazione mobile da cellulare Android, con tutti i limiti (e i tempi dilatati) del caso. Ma, data anche la gratuità del servizio di rete sociale, non possiamo fare di più, né di meglio.