Gioco d’azzardo patologico, laboratori teatrali nelle scuole

“Serious game”, letteralmente “giochi seri”. Al via a Taranto e provincia i laboratori teatrali in quindici scuole coinvolte nel progetto “Gioco d’azzardo patologico” in attuazione dell’accordo di cooperazione tra Asl Taranto e Teatro Pubblico Pugliese, in collaborazione con la cooperativa teatrale Crest di Taranto e il Teatro Le Forche di Massafra.
Finalizzato a sensibilizzare i ragazzi e gli adolescenti alla prevenzione dalle dipendenze da gioco d’azzardo patologico, il progetto si articolerà in una serie di interventi artistici a carattere laboratoriale e narrativo che si terranno da gennaio a marzo 2020 in istituti scolastici di Taranto, Castellaneta, Grottaglie, Manduria, Martina Franca, Massafra, Mottola e Palagiano.
In particolare, gli operatori del Crest coordinati da Giovanni Guarino lavoreranno sulla fiaba con un laboratorio intorno alle storie di Pinocchio di Carlo Collodi ed Alice di Lewis Carroll, finalizzate alla ideazione, costruzione e realizzazione di un “serious game”, ovvero simulazioni virtuali interattive dotate di un obiettivo ben strutturato in cui gli aspetti seri e quelli ludici si trovano in equilibrio. Le azioni si svolgeranno in una scuola secondaria di I grado di Taranto, Pirandello (da sabato 20 gennaio fino a marzo, per un totale di 15 incontri), e in quattro scuole secondarie di II grado del comune capoluogo, Cabrini, Aristosseno, Battaglini e Archimede (rispettivamente nei giorni 22 gennaio, e 5, 12, 19 febbraio), e due della provincia, Calò di Grottaglie e De Sanctis-Galilei di Manduria (nei giorni 15 e 29 gennaio).
Le due storie sono state scelte – si legge nella scheda di presentazione del progetto – “in quanto entrambi i protagonisti sviluppano percorsi scevri da valutazioni di rischio, anzi nella storia gli stessi protagonisti propendono e spesso scelgono il rischio; tuttavia vengono aiutati ad uscire dalle difficoltà dall’aiutante magico: la fata turchina e Stregagatto”.

crediti fotografici Nicoletta D’Ignazio