Porta d’Oriente

rassegne > Porta d’Oriente

 

PORTA D’ORIENTE
centro di produzione per la danza in Puglia
Auditorium TaTÀ | 19 novembre 2022, ore 21

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


ResExtensa Dance Company
PUZZLE

ideazione e direzione Elisa Barucchieri | coreografia Elisa Barucchieri, Cassandra Bianco, Moreno Guadalupi, Fabiana Mangialardi | danzatori Giovanni Ernani Di Tizio, Moreno Guadalupi, Fabiana Mangialardi | interventi voce live Elisa Barucchieri | luci Danilo Milillo | musica autori vari a cura di Elisa Barucchieri | foto di scena Stefano Sasso | durata 15’

 

 

Un labirinto di voci, narrazioni in danza che si incontrano, incastrano, scontrano, accompagnano.
Ogni volta raccontano una relazione nuova, una storia particolare, ogni commistione crea un’alchimia nuova, una storia speciale e unica.
Cogliendo ispirazione dai lavori di Calvino, “Puzzle” è come l’incontro al Castello dei Destini Incrociati, come la condivisione nella Taverna: una serie di racconti specifici e personali, che traggono spunto dallo stesso numero finito di elementi, per moltiplicarsi in infinite storie nuove e differenti. A ognuno, la propria voce; a ogni spettatore la propria interpretazione.
Italo Calvino ci regala uno spunto infinito, un rebus, un enigma che sfida ogni lettore a un esercizio di consapevolezza attivo e propositivo.
“Puzzle” accoglie la sfida e riporta le domande al corpo, al movimento, all’incontro, all’incastro con l’altro.

 
ResExtensa Dance Company. Nasce nel 2004 grazie al sostegno di Carolyn Carlson, Susanne Linke, Urs Dietrich e Danio Manfredini, e all’esperienza di danza e progettazione light design dei suoi fondatori presso la Biennale di Venezia. La danza proposta esula da schemi convenzionali, siano essi classici che contemporanei, e che si caratterizza per la sua natura fortemente visiva e narrativa, includendo nella sua espressione la danza aerea e acrobatica, le video proiezioni interattive e immersive, la manipolazione del suono, l’interazione con la luce, la musica dal vivo, la parola e la poesia. Oltre alla produzione di spettacoli per spazi convenzionali, la compagnia si è specializzata nella ideazione, direzione e produzione di eventi en plein air in spazi urbani di particolare valenza storica, architettonica, artistica o per eventi culturali, storici o di tradizione. Castelli, fortezze, riserve naturali, fabbriche dismesse, aeroporti, stazioni, facciate montuose: i luoghi diventano parte integrante dello spettacolo.
 
Elisa Barucchieri. Figura di spicco della danza contemporanea italiana, ha lavorato al fianco di artisti come Susanne Linke, Carolyn Carlson, Andrea Olsen, Peter Grenaway o Fura dels Baus. Grazie alla sua formazione antropologica, affianca da sempre alla sperimentazione di nuovi linguaggi lo studio della tradizione popolare antica. In mondovisione il 7 febbraio 2021, la sua spettacolare coreografia per la cerimonia di apertura dei Mondiali di sci alpino di Cortina, primo evento dal vivo creato in tempo di pandemia. Fondatrice e direttrice artistica della compagnia ResExtensa, riconosciuta dal Ministero della Cultura (MiC) e dalla Regione Puglia.  Da segnalare – primo e unico nel genere – il suo progetto di danza contemporanea e danza in volo assistito integrato e inclusivo per danzatori professionisti e persone con disabilità fisiche o psico-fisiche.
 

 

a seguire

 
 

Mandala Dance Company
RITI DI PASSAGGIO

concept, coreografia e regia Paola Sorressa | danzatori Lucrezia Mele, Vanessa Yareli Perez Mejia, Alessia Stocchi, Sebastian Zamaro, Sara Zanetti | drammaturgia Paola Sorressa e Lucien Bruchon | disegno luci Lucien Bruchon e Emilio Barone | musiche Jon Hopkins, Rival Consoles, Loscil, Alva Noto, Komet, Joep Beving, Sven Laux, Logic Moon | coproduzione Paesaggi del Corpo Festival Internazionale Danza Contemporanea | foto di scena Vanessa D’Orazi | durata 50’

 
 
La creazione, dedicata a Lucien Bruchon, si ispira alla sacralità di tutti quei momenti che segnano il passaggio alle diverse fasi esistenziali o scandiscono l’evoluzione stessa dell’individuo in questa Vita terrena fino al passaggio a nuove dimensioni. Una sacra autorizzazione che permette di rovesciare l’esperienza individuale in quella collettiva e che accompagna ad una nuova condizione di equilibrio e quindi di rinascita.

 
Mandala Dance Company. Fondata nel 2010, dal 2013 sovvenzionata dal Ministero della Cultura (MiC) come Organismo di Produzione o Progetti Speciali, si propone come compagnia d’autore. La produzione spazia da opere per grandi teatri a performance site specific, portando avanti principalmente la ricerca coreografica di Paola Sorressa come matrice estetica cardine. Dal 2018 la compagnia si è aperta anche a nuovi coreografi internazionali. Da sempre, l’attività di Mandala si completa con l’ospitalità di compagnie italiane ed estere e, non di meno, con percorsi di alta formazione dedicati a danzatori italiani e stranieri, accanto a percorsi di avvicinamento dei giovani, dalla formazione di base all’avviamento professionale, avvalendosi di qualificati professionisti del settore.
 
Paola Sorressa. Performer, coreografa internazionale, direttrice artistica di Mandala Dance Company e organizzatrice di eventi artistico-culturali, diplomata all’Accademia Nazionale di Danza di Roma (danzatrice e docente), propone una personale poetica e un linguaggio in continua evoluzione basato su un lavoro di destrutturazione corporea unito al floor work, flying low, contact e improvvisazione che approda ad un lavoro d’intesa fluido, dinamico e fisico. Nel 2017, insieme ad altre eccellenze della danza italiana, riceve l’Anfiteatro d’Oro per l’Arte della Danza nella Serata di Gala di L’Abella Danza “Omaggio a Ricardo Nunez” e nel 2018 al Teatro Verdi di Firenze il Premio Internazionale per la Danza Willy Dal Canto. Lo scorso luglio le è stato assegnato il Premio Napoli Danza per la coreografia.
 

 


 

 
Porta d’Oriente. È un progetto nato dalla collaborazione tra Elisa Barucchieri (ResExtensa, compagnia riconosciuta MiC e a livello internazionale per il suo valore artistico e la sua pluriennale esperienza) e il duo italo-olandese Emio Greco e Pieter Scholten vincitore del Golden Swan (ICK Dance, compagnia e centro per la danza di Amsterdam, acclamata tra le eccellenze globali), che unisce alla perfezione artistica una particolare attenzione ed affezione per la Puglia, per le sue radici e per il suo potenziale futuro. È un progetto diffuso sul territorio regionale che ha al suo centro la formazione nelle arti e tecniche per la danza, e la produzione di opere prime di danza contemporanea, attraverso la creazione di un luogo di incontro e confronto con esponenti delle arti e della cultura internazionale. Intende creare un format dinamico di luoghi di produzione e formazione rafforzati da una dinamica diffusione dell’offerta di spettacoli ed eventi di danza esteso a vari luoghi della Puglia.
 

Porta d’Oriente

biglietto 10 euro
ridotto 5 euro (operatori dello spettacolo e allievi scuole di danza)

info e prenotazioni ai numeri 099.4725780 e 366.3473430 (anche whatsapp) in orario di ufficio

•••

Il progetto “Porta d’Oriente” è realizzato da ResExtensa Dance Company
e comprende il pilastro “Serra di danza” diretto da Emio Greco e Pieter C. Scholten (ICK Dans Amsterdam).
Con il sostegno del Ministero della Cultura (MiC) e della Regione Puglia.

 

 

 

 

© tore scuro
responsabile ufficio stampa CREST