La storia più bella del mondo, ai quartieri Salinella, Borgo e San Vito

Un acquaiolo racconta. Per “Natale nei quartieri“, programma di narrazioni e attività ludiche ed espressive con bambini e ragazzi dei quartieri di Taranto, dalle ore 16.30 alle ore 19, martedì 14 (alla Salinella, sagrato Parrocchia Santa Famiglia), martedì 21 (al Borgo, via Mignogna angolo piazza Maria Immacolata) e martedì 28 dicembre (a San Vito, viale Ionio piazzale Aguaraja Park), il Crest presenta la narrazione “La storia più bella del mondo” di e con Giovanni Guarino. Grazie alla collaborazione di Kyma Mobilità – Amat Taranto, nelle tre aree dell’evento farà sosta il bibliobus, la biblioteca itinerante attrezzata (negli spazi all’aperto dell’auditorium TaTÀ, in via Deledda ai Tamburi di Taranto, nel dicembre 2020) per il progetto comunale Basequa, destinato a favorire la lettura tra le nuove generazioni. Accesso gratuito, nel rispetto della normativa vigente per il contenimento della diffusione dell’epidemia da Covid-19. Non è necessaria la prenotazione.

Partendo dal racconto dell’Annunciazione, un acquaiolo, uno dei personaggi del presepe, narrerà le gioie, le emozioni, le paure e i dubbi che accompagnarono Giuseppe e Maria in quei nove mesi prima dell’avvento e poi del loro lungo viaggio da Nazaret a Betlemme. La storia si conclude con un forte richiamo alle tradizioni popolari locali sia attraverso un’antichissima ninna nanna a Gesù Bambino (“A ninna ninna nonna ha parturite a Madonna”), sia con la leggenda di santa Sofronìa (Stefania), il tipico personaggio della donna con bambino in braccio, nei presepi meridionali.

Dopo la narrazione i presenti verranno coinvolti dalle animatrici del Crest (Sara Frascella, Elisabetta Cordaro, Nicoletta D’Ignazio e Jlenia Mancino) nella costruzione di “grottini” e altri giochi artigianali, realizzati con carta e materiale povero, da portare a casa. Animazione allietata da musica natalizia. Permanenza nel bibliobus limitata a massimo 7 persone, solo minori.

Il programma di attività “Natale nei quartieri” è realizzato dal Crest nell’ambito del progetto regionale “Custodiamo la cultura in Puglia 2021”, in collaborazione con il Comune di Taranto.

Giovanni Guarino
Nato a Taranto nel 1953, attore e operatore culturale, socio e vicepresidente della cooperativa Crest, è il responsabile del settore progettazione e animazione del territorio, con particolare attenzione alle utenze cosiddette deboli (infanzia, minori a rischio, anziani, detenuti, migranti). Dal 1985 avvia una formazione sulla narrazione teatrale che si nutre nel tempo della complicità e dell’incontro con maestri quali Marco Baliani, Mimmo Cuticchio, Roberto Anglisani, maturando negli anni come narratore una ricerca originale intorno alla cultura e alle tradizioni di Taranto. Le sue storie si stagliano come quadri d’autore sull’affresco della Storia. Non racconta della Città, ma, di più, ne è la voce. Così, Taranto parla e si rivela attraverso di lui. Dal 2012 cura il laboratorio urbano del Crest, denominato “I neri per strada”, che vuole essere un luogo di partecipazione attiva, con regole di comportamento e di gestione, di sviluppo della fantasia, in grado di contaminare costruttivamente le giovani generazioni verso nuovi possibili modelli di vita consapevole e sostenibile.

crediti immagine: archivio CREST coop teatrale

 

seguici sui social

#teatrocrest.it

 

 

a cura dell’ufficio stampa e comunicazione
responsabile tore scuro