Falanto e Moby Dick al Taranto Porto Days 2020

Il mare racconta. Per “Taranto Port Days 2020”, cartellone di attività dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio programmate al primo sporgente del Porto di Taranto – Molo San Cataldo, due narrazioni di Giovanni Guarino, produzioni Crest, riservate alle scuole: venerdì 9 ottobre, “… e venne Falanto”, e sabato 10 ottobre, “La vera storia di Moby Dick”, liberamente tratta da “Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa” di Luis Sepulveda. Sipario ore 10. Partecipazione gratuita. Info e prenotazioni (per lo spettacolo e per la visita al porto via mare e via terra) al numero 349.1338221, operativo dalle ore 9 alle ore 13 dal lunedì al venerdì.
Anche quest’anno, l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio (AdSP MI) aderisce all’iniziativa degli Italian Port Days 2020, lanciata nel corso della precedente annualità da Assoporti, l’Associazione dei Porti Italiani, al fine di promuovere, attraverso lo slogan “opening port life and culture to people”, un’attività di promozione congiunta e coordinata della portualità e della cultura del mare, in sinergia tra le AdSP nazionali. La città portuale di Taranto, dall’8 al 10 ottobre 2020, farà da cornice ad una “tregiorni” ricca di momenti culturali ed artistici, animata da dibattiti e visite in porto, nell’ambito della quale sarà dato particolare rilievo ai temi legati all’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile. In particolare, le attività dedicate alle scuole sono finalizzate ad avvicinare i più giovani al porto, illustrando le infrastrutture portuali, la movimentazione che avviene su ogni singola banchina, le prospettive futuro dello scalo e i mestieri e le professioni del mare e del Porto.
Nel 2019, l’iniziativa ha registrato un notevole successo a livello nazionale ed è stata anche oggetto di pubblica approvazione sia da parte di ESPO, l’Organizzazione dei Porti Marittimi Europei che di AIVP, l’Associazione Internazionale Porti-Città che ha ritenuto i Port Days quale buon esempio di promozione della cultura portuale a livello internazionale, inserendo l’iniziativa tra quelle di rilievo nella propria agenda 2030.