tout public

rassegne > tout public

 

il Circo Contemporaneo a Taranto

TaTÀ | chapiteau El Grito
16 > 26 settembre 2021

 

 

 

 giovedì 16, venerdì 17 e sabato 18 settembre, ore 21
domenica 19 settembre, ore 19

Circo El Grito
LIMINAL

progetto di e con Fabiana Ruiz Diaz | con la collaborazione artistica di Raffaella Giordano | nelle vesti dell’uomo nero Gennaro Lauro | al pianoforte Lorenzo Marchesini | luci Tea Primiterra | macchinista Michele Petini | costumi e occhio complice Beatrice Giannini | scenografie Olivier de Brun e Fabiana Ruiz Diaz | coproduzione Spazio Agreste | realizzato con il contributo di Ministero dei Beni Culturali e Regione Marche
 

All’interno di un circo dimenticato e sospeso tra le nuvole, una donna convive con i suoi ricordi. Gestisce la sua quotidianità attraversando il confine tra la veglia e il sogno. In questo mondo di mezzo, gli oggetti comuni che la circondano cominciano a prendere vita, complicità e gioco le permettono di evadere dalla sua condizione di fissità. Vecchio e nuovo si amalgamano. Ad accompagnare la protagonista in scena c’è un uomo che indossa una tuta nera che lo ricopre integralmente dalla testa ai piedi. Rimarcando la sua immaterialità negli eventi rappresentati, lui diventa invisibile, eppure alla fine del percorso narrativo avrà stabilito un rapporto con la donna che anela. Lo sviluppo della loro relazione è fondamentale ai fini drammaturgici perché permette allo spettatore di rispecchiarsi in alcuni lati caratteriali dei personaggi. Inizia così un viaggio dove la protagonista passa dal cavalcare un letto volante a surfare un mucchio di foglie mosse dal vento, dal convincere il cuscino ad addormentarsi con lei a svelare i simboli di un dipinto animato, dal perdersi nella luce a ritrovare la propria ombra.

dai 6 anni | circo, danza, musica, teatro, letteratura | durata 60 min

 
Circo El Grito
È circo contemporaneo ma anche antico, perché fa tesoro di secoli di arte circense. Nasce a Bruxelles nel 2007 dall’incontro tra l’acrobata area uruguaiana Fabiana Ruiz Diaz e l’artista multidisciplinare italiano Giacomo Costantini. Rappresenta un grande motore per la sperimentazione che, codificata sull’irrefrenabile curiosità del circo contemporaneo, spazia negli ambiti della danza, del teatro, della musica e della letteratura, puntando ad elaborare un linguaggio di qualità attraverso spettacoli trasversali. Diffonde le proprie produzioni collaborando con le più prestigiose istituzioni culturali europee: dalla Biennale Internazionale del Circo di Bruxelles all’Auditorium Parco della Musica di Roma, dal Fusion Festival (Germania) al Teatro Pubblico Pugliese, fino a Eutopia Festival (Danimarca). Sotto l’organizzazione di Fondazione Matera Basilica­ta, apre e chiude Circus+, la kermesse di circo di Matera Capitale Europea della Cultura 2019. Considerati dalla stampa i pionieri del circo contemporaneo in Italia, Ruiz Diaz e Costantini hanno vinto il premio “Walter Nones all’innovazione” dell’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo ed Ente Nazionale Circhi 2019. La sede operativa del Circo El Grito è Spazio Agreste, in contrada Santa Croce, nelle campagne di Recanati: un casolare agricolo dei primi del ‘900 scoperto dalla compagnia nel 2009 durante la prima tournée in Italia, poi pian piano recuperato (lo chapiteau issato nell’ampio spazio esterno) e, nel 2018, aperto ad altre realtà artistiche professionali di varie discipline.   
 

 


 
giovedì 23 e venerdì 24 settembre, ore 21
sabato 25 settembre, ore 18 e ore 21
domenica 26 settembre, ore 19
 
GUSTAVO LAVITA

di e con Andrea Farnetani
 
 

 
 
Gustavo LaVita è un clown stanco e invecchiato. I dolori del tempo hanno scalfito il suo viso e la sua anima. Nonostante ciò la dolcezza e la curiosità del bambino rimangono in lui come una piccola candela tremolante che a tratti brilla intensa. La voglia leggera di giocare con la gravità della vita lotta spesso con il suo lato cinico e disilluso. Come in un’eclissi lunare, il delicato equilibrio tra luce e ombra dei suoi demoni influenza le maree emozionali del suo spirito. Ma Gustavo rimane un clown e come tale deve intrattenere con risate, numeri di abilità e momenti empatici. Deve esorcizzare il passato, alleggerire il futuro e vivere appieno il momento nel suo fluire.

tutte le età | clownerie, giocoleria, illusionismo, magia, mimo | durata 45 min

 
Andrea Farnetani
Romano, artista eccentrico e poliedrico, vincitore nel 2014 del “pavè d’or” al Festival International des Artistes de rue de Vevey (Svizzera) con lo spettacolo “Trick-nic”.  La sua ricerca sul clown contemporaneo lo porta allo studio delle tecniche circensi, della danza, del teatro e della magia. Con i suoi spettacoli ha girato per festival e rassegne di tutto il mondo, diffondendo il suo amore per la risata. Nel 2014, insieme a Antonio Coluccio, fonda La Compagnia Bellavita e dal 2015 collabora con il Circo El Grito con vari progetti, tra cui lo spettacolo “The King of Swing” con la grande Emanuele Urso Band, “Serendipity”, “Bagatelle et Frascherie”, “Spettacolare Conferenza”, “Johan Sebastian Circus”, “Caffè Bach”.
 

 


 
giovedì 16, venerdì 17, giovedì 23 e venerdì 24 settembre, dalle ore 16 alle 19.30
 
MICRO LABORATORI SULLE ARTI CIRCENSI

a cura del Circo Laboratorio Nomade
 
 
 
 
 
 
Durante gli incontri destinati – in fasce orarie differenti – a bambini e ragazzi dai 5 ai 18 anni verranno presentate diverse discipline del circo per farle conoscere, scoprire e sperimentare: aerea, acrobatica, giocoleria, equilibrismo. Ciascuna disciplina circense è sviluppata tramite la motricità e il gioco, e consente di migliorare le proprie abilità di coordinazione, di autocontrollo, di fiducia in se stessi e negli altri, di concentrazione, lavorando sempre in sicurezza.

partecipazione gratuita | consigliata la prenotazione ad ogni singolo laboratorio al numero 366.3473430

 
Circo Laboratorio Nomade
Nel 2009 grazie al bando regionale Bollenti Spiriti nasce la prima scuola di circo della Puglia. A guidare questa associazione, che si occupa di promuovere le arti circensi nelle scuole, nelle piazze e nei teatri, sono Monia Pavone e Marco Massafra, due artisti di strada che hanno scelto di dedicarsi all’insegnamento di discipline come l’equilibrismo, acrobatica, giocoleria, danza aerea. Da oltre dieci anni conducono i loro laboratori in giro per tutto il sud Italia, partecipando anche a festival e raduni di importanza nazionale. A seguito dell’esperienza nomade, è sorta a Crispiano, in provincia di Taranto, una scuola stabile, dove centinaia di bambini e ragazzi studiano le discipline del circo. In un senso più ampio, il circo come valida alternativa agli sport convenzionali attraverso il quale ogni cosa impossibile diventa possibile.
 

 


 

tout public

biglietto
Liminal 12 euro, ridotto 8 euro
Gustavo LaVita  8 euro, ridotto 5 euro

info e prenotazione obbligatoria del posto (misure anti Covid-19) al numero 366 3473430
per accedere all’area degli eventi è necessario il green pass

••• 

 Il cartellone “tout public” è realizzato dal Crest nell’ambito del progetto regionale “Custodiamo la cultura in Puglia 2021”.
In collaborazione con Provincia di Taranto e Comune di Taranto.


 

seguici sui social

#teatrocrest.it

 

 

ufficio stampa e comunicazione
responsabile tore scuro
mobile +39 338 7344194 [solo organi di informazione]
mail to: ufficiostampa@teatrocrest.it