PE’ DEVOZIONE

stArt up teatro 2015
 

venerdì 25 settembre, ore 18:30
TATÀ, quartiere Tamburi

 

f.pl. femminile plurale

PE’ DEVOZIONE
liturgie sacre e profane nella vita di tutti i giorni

dal laboratorio teatrale con le donne a Forcella a cura di Marina Rippa e Alessandra Asuni
con Amelia Patierno, Anna Liguori, Anna Marigliano, Anna Patierno, Antonella Esposito, Flora Faliti, Flora Quarto, Gianna Mosca, Giorgia Dell’Aversano, Manuela Della Corte, Melina De Luca, Patrizia Ricco, Rosa Lima, Rosa Tarantino, Rosalba Fiorentino, Susy Cerasuolo, Toti Carcatella
in collaborazione con Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli
con il sostegno e il contributo ConfCommercio Provincia di Napoli, FILMaP, Le Nuvole, gli amici e le amiche di Marisa Savoia
durata 60 min

spettacolo vincitore del bando “I Teatri del Sacro” edizione 2014/2015
 

La mia santa è santa Rita, ma perché mi ha scelto lei; io manco ne conoscevo l’esistenza sacra. Il mio fioretto (mai rispettato) è stato quello di non fumare per un mese: ma peccato che l’ho mantenuto per due tre ore e poi… bla, bla, bla…. Però a pensarci bene un fioretto l’ho fatto: per circa tre anni ho promesso di non bere caffè il venerdì fino a grazia ricevuta, e così è stato. ’O patetern’ è lungariell’ ma nun è scurdariell’ (traduzione: il Signore prende tempo ma non dimentica).

Anna M. 37 anni

Frutto del laboratorio teatrale tenuto a Napoli da ottobre a dicembre 2014, lo spettacolo raccoglie racconti, gesti e storie sui riti quotidiani (familiari e non) relativi al proprio vivere il sacro. I temi della religiosità sacra e quelli delle “liturgie” nella vita di tutti i giorni sono stati approfonditi ed elaborati in forma scenica. E così appaiono i culti popolari delle anime del Purgatorio e delle sette Madonne che si celebrano dal Lunedì in Albis in poi, i voti fatti per guarire da una malattia o per avere un figlio, i riti culinari delle Feste, l’iconografia delle edicole votive napoletane e tanti altri frammenti…

La scrittura scenica è stata, come sempre, collettiva, e le diciassette donne coinvolte (dai 34 ai 78 anni) sono tutte non professioniste. Il gruppo è composto da donne “storiche” e da quelle che negli anni si sono avvicinate al teatro: due di loro seguono i laboratori dal 2007, altre dal 2009, qualcuna dal 2013 e quattro da ottobre 2014.

Fruit of the theater workshop held in Naples from October to December 2014, the show gathers stories, gestures and stories about daily rituals (family or otherwise) relating to their experience the sacred. The themes of the sacred religion and those of “liturgies” in everyday life were examined and processed in scenic form. And so appear the popular cults of the souls in purgatory and the seven Madonnas that are celebrated by the Easter Monday onwards, the vows made to recover from an illness or to have a child, the culinary rites of the Parties, the iconography of the shrines Naples and many other fragments…

The writing stage was, as always, collective, and seventeen women involved (from 34 to 78 years) are not professionals. The group is composed of women “historic” and those who over the years have approached the theater: two of them follow the laboratories since 2007, others since 2009, some in 2013 and four from October 2014.

 


Pe’ devozione – photogallery © Marco Ghidelli

 

vedi il video  

 

  biglietto 5 euro

info e prenotazioni 099.4725780 – 366.3473430